top of page

Stelle

“C’è un uomo delle stelle

Che aspetta nel cielo

Vorrebbe venire a incontrarci

Ma pensa che soffierebbe via le nostre menti

Cè un uomo delle stelle

Che aspetta nel cielo

Ci hanno detto di non farlo volare via

Perché sa che ne vale la pena

Mi ha detto:

Lasciate che i bambini lo perdano

Lasciate che I bambini lo usino

Lasciate che tutti i bambini ballino”


Ho sempre avuto uno Starman dentro di me, forse perché non ho mai smesso di sognare, anche nei momenti più bui, dove sembravan non esserci più le stelle. Ho sempre avuto la visione, a volte fin troppo vivida, soprattutto nelle mie creazioni. Ecco chi è Starman per me, la mia musa, quel moto creativo che guida la mia mano nei momentanei e apparenti sopori della mia coscienza attiva.

INCONTRI


Poi è arrivata Rossella.



Negli anni precedenti all’incontro con l’uomo che sarebbe diventato mio marito, ci sono stati, qua e là, goffi tentativi di farmi conoscere “l’uomo giusto”. Quelle “cene per farci incontrare” che aprivano sempre più finestre su un orizzonte ormai chiaro alla mia intima predisposizione al “non mi piace”, ovvero: nessuno aveva mai veramente capito i miei gusti , id est: nessuno mi aveva mai veramente capito.


Ma tutte le regole hanno un’eccezione e, non solo mi sono innamorata di un uomo che, con molta probabilità, non sarebbe mai stato invitato a quelle cene (e questa non è l’eccezione ma la conferma della tesi di totale incomprensione di cui sopra) ma quell’uomo - ed è questa l’eccezione - è riuscito a leggermi così bene che ha organizzato l’unico appuntamento che, finora, sembra davvero aver funzionato. Quello con Rossella, appunto.


ANIME DALLE STELLE


Rossella è una cosmetologa siciliana, produce cosmetici per un laboratorio privato. Ci siamo conosciute quando i nostri rispettivi compagni hanno pensato fosse cosa buona e giusta farci incontrare. In quel periodo cercavo timidamente di produrre oli essenziali con le erbe del mio giardino e un distillatore professionale per il quale ho dovuto firmare un giuramento croce sul cuore che non avrei, mai e poi mai nella mia vita, prodotto grappa et simili con quella macchina del piacere. Era chiaro, soprattutto per mio marito, che avessi bisogno dell’aiuto di una mano esperta. E da qui l’incontro.

Rossella in laboratorio. N.B. Quello che regge in mano con orgoglio non è un fusto di gelato da 5 kg.

Mi sono sempre innamorata di donne speciali. Tutte lo siamo, ma solo per coloro che sanno riconoscerlo. E per me le donne speciali sono quelle con obbiettivi e passioni, che se le guardi negli occhi ti si aprono mondi infiniti di sogni e progetti e pensieri e racconti e visioni, cose lette, pensieri nascosti, mondi incantati che forse esistono davvero, insomma, donne che non hanno paura di camminare sulle proprie gambe e farsi la loro strada, senza avere il tempo per giudicare gli altri o ascoltare il giudizio degli altri. Amazzoni, insomma, e non perché guerriere, ma perché ancora in stretto contatto con la Natura, Madre nutritrice di saggezza, com-passione e visioni alchemiche.


Con una tesi di ricerca per l’Università di Ferrara con l’aiuto di ESA e NASA sulla detersione nello spazio, Rossella Valenza si è laureata in Cosmetologia proseguendo sulla Terra una ricerca nel campo della cosmesi sostenibile per l’ambiente.



Insomma, non poteva che essere amore a prima vista.


RISORSE


Un problema degli astronauti nello spazio è la carenza di acqua a disposizione nelle loro navicelle (non me ne vorranno i puristi del vocabolario astronautico se le chiamo ‘navicelle’ ma io vengo dal pianeta E.T., al massimo X-files, e non saprei proprio come altro chiamarle). Carenza di acqua, dicevo, che è lo stesso problema che abbiamo noi qui sulla Terra.


Per questo la ricerca di Rossella è sempre più urgente e ho deciso di sostenerla creando con lei una linea di prodotti naturali, che raccontano la nostra di Terra, la Sicilia, prendendosi cura del nostro corpo e dell’ambiente, tutelandone le risorse.




Ecco come riparte questo nuovo capitolo di Inkakì, con una sezione Bath Therapy dedicata a prodotti di altissimo profilo cosmetologico, a base di ingredienti naturali utilizzati in laboratorio da mani sapienti, per unire i nuovi protocolli della cosmesi professionale a una necessaria e ormai imprescindibile etica di salvaguardia della nostra salute e dell’ambiente.


In cantiere sogni e progetti di due donne sognatrici che iniziano a concretizzarsi con un primo prodotto pilota, una Mousse Corpo dedicata alla nostra Macchia Mediterranea a basso contenuto di tensioattivi e ricco di olii essenziali di piante tipiche della nostra isola. L’altissima percentuale di acqua distillata di camomilla romana, gli estratti di fiori di calendula e di foglie di aloe vera le donano particolari proprietà lenitive e restitutive adatte alle pelli reattive e sensibili, gli oli essenziali di lavanda e rosmarino e le note di melissa rendono il suo profilo aromatico calmante e tonificante.



È un tuffo dalla cima più alta nel mare blu di Sicilia. Si sente subito quella freschezza rigeneratrice. Eppure c’è ancora tutta la forza dei legni della Macchia Mediterranea, lassù, oltre la scogliera dalla quale ci siamo appena tuffati liberi. C’è il rosmarino e c'è la lavanda, e c’è tutta la forza delle loro radici salde nella terra rossa, fertile e Madre. Solo oli essenziali mediterranei per una detersione che ricorda gli antichi bagni termali romani, e a base di ingredienti naturali, per il totale rispetto del nostro corpo e della nostra Terra.

Un viaggio fra consistenze nuove, profumi antichi che si fondono con morbidezze da hammam, un viaggio nella Sicilia antica, tra le grotte di vapore immerse nella macchia mediterranea che avvolge storie ancestrali di profonda verità.

Ecco dove ci hanno portato le Stelle, sulla nostra Terra. Perché è solo osando distaccarci dal tangibile quotidiano che il sogno si concretizza, da qualche parte, nell’Universo infinito, per tornare come un boomerang a fare breccia nelle nostre vite, in quella stessa quotidianità che abbiamo avuto il coraggio di abbandonare senza la paura dei padri ma con lo scintillio nel cuore dei figli.


“If we can sparkle

he may land tonight

Don’t tell your poppa

or he’ll get us locked up in fright”.

D.B.



38 visualizzazioni0 commenti
bottom of page